Design

Il sole che illumina anche la notte

Decisamente suggestivo e romantico il percorso ciclabile e pedonale nella città polacca di  Lidzbark Warminski, che, grazie ad un particolare asfalto fluorescente, di notte illumina il cammino senza aver bisogno di luce artificiale o di lampioni. Apparentemente normale di giorno, non appena il sole tramonta vi sorprenderà per l’effetto scenografico e per il suo impatto con il paesaggio circostante. Una scelta artistica perfettamente in armonia con il contesto e che, grazie al materiale luminescente in cui è realizzata, consente ovviamente anche un risparmio energetico non indifferente. Questo nuovo composto sintetico a base di fosforo, accumula infatti durante le ore del giorno tutta l’energia sufficiente per illuminarsi autonomamente fino a dieci ore consecutive ed in una colorazione blu brillante che permette un’ottima percorribilità sia a piedi che in bicicletta.

glowing-blue-bike-lane-tpa-instytut-badan-technicznych-poland-6-copiaorig_main

 

Bello, ma non del tutto originale, questo progetto prende ispirazione da un’analoga realizzazione olandese per opera dello Studio Roosegaarde: il Van Gogh-Roosegaarde Path. A differenza di quest’ultima però, che utilizza anche pannelli solari e LED, la pista ciclabile polacca non ha bisogno di alcuna fonte di alimentazione aggiuntiva basandosi esclusivamente sul semplice principio della fosforescenza dei cristalli e delle loro radiazioni luminose.

van-gogh-starry-night-glowing-bike-path-daan-roosengaarde-1-copiaorig_main

Adatto alla pavimentazione stradale sia per resistenza che per aspetto cromatico, il nuovo materiale progettato dall’ing. Igor Ruttmar e dal suo staff è frutto di un lungo lavoro di ricerca. Affinché venisse ottenuta la giusta tonalità di colore infatti, ma soprattutto per garantire l’ottimizzazione dei costi di produzione e la loro sostenibilità il team ha lavorato incessantemente su questo progetto fino alla realizzazione del prototipo. Perché seppur ecologico, tale materiale al momento è ancora eccessivamente più costoso delle tecnologie di realizzazione e manutenzione delle piste tradizionali. Per questo motivo sono ancora in corso studi su tale materiale e non è escluso che si possa arrivare a sviluppare una componente olfattiva che, grazie a diverse fragranze, caratterizzi l’asfalto inondando il cammino di profumi di rose o agrumi, trasformando una semplice passeggiata in un’esperienza multisensoriale.

glowing-blue-bike-lane-tpa-instytut-badan-technicznych-poland-4-copiaorig_main

Credits: www.tpi.it

Lascia un commento