Salute

Il caldo influenza (negativamente) le capacità cognitive: lo dice una ricerca

Una ricerca americana condotta dall’Università di Harvard ha messo a confronto le prestazioni di chi lavora “con” e “senza” aria condizionata. Il risultato è chiaro e inequivocabile: le capacità cognitive di chi lavora o studia in un ambiente troppo caldo peggiorano sensibilmente rispetto a quelle di chi svolge la stessa attività in condizioni climatiche migliori.

Target della ricerca sugli effetti del caldo

Solitamente le ricerche sugli effetti negativi del caldo si concentrano sulle categorie a rischio, come anziani e bambini., più esposte al rischio di disidratazione e stress.
Questa volta, però, la ricerca si è concentrata proprio sugli effetti del caldo sulle capacità cognitive e ha preso in esame lavoratori e studenti.

Lo studio sugli effetti del caldo

Lo studio è stato condotto nell’estate del 2016 dai ricercatori dell’Harvard T.H. Chan School of Public Health, coordinati da Jose Guillermo Cedeño-Laurent.

Partecipanti allo studio

I ricercatori hanno preso in esame 44 giovani studenti di Boston per 12 giorni, 5 dei quali durante un’ondata di caldo che ha portato le temperature decisamente sopra le medie stagionali.
Gli studenti sono stati divisi in 2 gruppi: un gruppo di 24 studenti ha alloggiato in un edificio con aria condizionata; i restanti 20 in dormitori privi di condizionatori.

Come si è svolta la ricerca

Il compito dei 44 studenti volontari era quello di svolgere dei semplici test ogni mattina appena svegli utilizzando un’app caricata sullo smartphone.
Ad esempio: prove di aritmetica e identificazione del colore di alcune parole mostrate sullo schermo.
Poi i ricercatori hanno raccolto tutti i dati, li hanno analizzati e hanno notato una notevole differenza tra i risultati conseguiti dai due gruppi.

I risultati della ricerca

I dati raccolti rivelano un calo delle funzioni cognitive negli studenti collocati nei dormitori senza aria condizionata:

  • in alcuni casi, hanno impiegato più tempo a rispondere alle semplici domande del test (13,4% in più);
  • in altre hanno eseguito peggio l’esercizio ottenendo punteggi più bassi.

Utilità dello studio sugli effetti del caldo

Gli effetti osservati possono avere conseguenze rilevanti sull’economia perché riguardano potenzialmente milioni di persone, con evidenti ricadute sulla loro produttività.
Inoltre, cosa non meno importante, lo studio offre un ottimo spunto per fare anche una riflessione sugli effetti del riscaldamento globale.

Lascia un commento