Design

Le case degli italiani sono sempre più smart: la ricerca

smart home

Una ricerca condotta dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano rivela che le case degli italiani sono sempre più “smart”.

Italiani e domotica: alcuni numeri

Secondo la ricerca dal 2017 al 2018 la crescita del settore della domotica è cresciuto in Italia del 52%, per un valore complessivo di circa 380 milioni di euro.

I dati hanno dimostrato che è cresciuta anche molto la conoscenza del settore da parte degli italiani. Secondo le ultime rilevazioni, infatti, il 59% degli italiani ne avrebbe almeno sentito parlare, mentre il 41% ha dichiarato di avere in casa almeno un dispositivo smart.

Tra i dispositivi smart più diffusi nelle case degli italiani figurano:

  • dispositivi per la sicurezza (35% del mercato);
  • dispositivi smart home speaker (16% del mercato);
  • elettrodomestici connessi alla rete.

Domotica: le ragioni del successo

Sempre più italiani scelgono di rendere smart la propria casa perché la domotica apporta una serie di indiscutibili vantaggi.

Il primo beneficio è sicuramente il maggiore livello di comfort garantito dalle smart home rispetto alle case tradizionali.

Un secondo beneficio, molto apprezzato, è il risparmio garantito da questo tipo di tecnologia che fa considerare l’acquisto e l’installazione di questo tipo di impianti come un vero e proprio investimento.

Perché la smart home fa risparmiare?

Con l’installazione di un impianto domotico i normali consumi di una famiglia vengono ottimizzati, consentendo di conseguenza una riduzione delle spese.

Ad esempio è possibile programmare accensione e spegnimento dei dispositivi, possono essere installati dei sensori che rilevano la presenza di persone in casa e quindi spengono automaticamente le luci dove non c’è nessuno, inoltre il sistema di riscaldamento può essere localizzato e quindi attivato esclusivamente nelle stanze in cui occorre effettivamente che sia attivo.

FONTE: osservatori.net

Lascia un commento