Viaggi

Viaggio in Messico? Ecco due hotel per gli amanti del design

Se avete intenzione di fare un bel viaggio in Messico, ci sono due indirizzi che dovete assolutamente segnare: l’Hotel San Cristobal a Todos Santos e Casa Malca a Tulum. Per molti, ma decisamente non per tutti, queste due location sono il meglio che il Messico possa offrire per quanto riguarda l’ospitalità di alto livello.

Hotel Cristobal.

Nel caso in cui le vostre priorità siano la ricerca di pace e tranquillità, godere di vedute mozzafiato immersi nella natura, circondati dal verde ed ad un passo da spiagge paradisiache, l’Hotel San Cristobal è quello che fa per voi.

Con vista sull’Oceano Pacifico, Punta Lobos e la Sierra De La Laguna, sull’estremità della penisola di Baja dove i pescatori locali vanno in cerca del pesce più buono e che potrete gustare nel ristorante dell’albergo, San Cristobal è situato in una zona rigogliosa dal punto di vista naturalistico ricca di coltivazioni profumate di avocado, basilico, papaya e peperoncino.

Oltre al pesce freschissimo, il ristorante dell’hotel propone un mix di cucina messicana e mediterranea. Potrete disporre inoltre di una piscina centrale, di un salotto, di una biblioteca e di negozi. Ma l’elemento che davvero rende esclusivo questo resort è l’arredamento delle 32 camere a cura dello studio di architettura Flato: un sapiente equilibrio tra lo stile tradizionale, moderno ed eclettico con piastrelle a mosaico, mobili in legno ed eleganti luci di design.

Casa Malca.

Sempre al’insegna dello stile, ma al punto che si può tranquillamente definire un art-hotel, l’albergo di lusso Casa Malca, ex villa del narcotrafficante colombiano Pablo Escobar, sequestrato dal governo messicano dopo la morte del boss e poi rilevato dal gallerista newyorkese Lio Malca che lo ha arredato con oggetti e opere d’arte provenienti dalla sua collezione personale. Nelle stanze e nella hall potrete ammirare opere originali di Basquiat e Keith Haring, del quale troverete anche un’originale carta da parati. I quadri della hall inoltre vengono periodicamente variati, in modo tale che si possa godere continuamente di opere differenti, come in un vero museo che si rispetti.

Il fasto dei locali in cui scorrevano fiumi di champagne e droga nei festini privati con calciatori e attrici, lascia il posto a 42 camere eleganti provviste di ogni comfort, compreso l’angolo bar. Tra le altre cose, merita una nota di attenzione la sauna sotterranea alla James Turrell, collegata direttamente alla piscina e dotata di un suggestivo sistema di cromoterapia. Sabbia bianca, ottima cucina messicana e le meraviglie naturali della penisola dello Yucatán completano lo scenario.

Photo credits: sancristobalbaja.com e casamalca.com

Lascia un commento