Design

AnGostura gioielli: quando l’arte incontra l’originalità

Tra i gioielli più originali e di tendenza occupano un posto speciale gli amuleti AnGostura, creati nel 2014 dalla giovane designer romana Giulia Tavani che, trovò ispirazione  approfondendo le proprietà “amare” del leggendario Angostura, un bitter dal colore scuro e dal sapore “amarognolo”. L’amaro si ottiene grazie all’infusione di varie erbe aromatiche e di alcune spezie come la genziana, la scorza di arancia, i chiodi di garofano e la china in una miscela alcolica al 44,7 %.

La storia del bitter risale al dottor Johann Siegert, un medico militare prussiano che, nel 1824 durante la liberazione del Venezuela, iniziò a curare i suoi soldati malati con l’Angostura, in grado di risolvere problemi di appetito e di digestione. Il nome deriva dalla città in cui il medico sperimentò questa nuova miscela.

Giulia, dopo aver approfondito gli studi di grafica pubblicitaria allo IED, decise di frequentare l’Accademia orafa da Ermini. I suoi gioielli, ispirati alla cultura indigena, rappresentano dei veri e propri talismani, sono creati a mano e possono essere acquistati solo su ordinazione. E’ questo che li rende così originali! Ogni gioiello in argento o in bronzo si distingue da quelli comuni, presentandosi “ruvido”agli occhi e lontano dal tradizionale gioiello brillante. Tutti hanno forme classiche (sia maschili che femminili).

Le creazioni by Giulia Tavani sono, oggi, espressione di un grandissimo successo Made in Italy e Made in Rome. 

 

Le collezioni si suddividono in: Leila, Zaharia, Andromedha e Magnolia. La materia è sempre utilizzata a “crudo”!E’ Giulia Tavani ad affermare: “Credo che siano i miei gioielli a scegliere chi li indosserà e non viceversa”, per sottolineare il carattere spirituale dei suoi amuleti. La bellezza di questi talismani ha colpito anche alcuni personaggi speciali come Lily Gatins che, nel suo profilo Instagram, sfoggia la bellissima creazione AnGostura, Asia ArgentoErykah Badu.

Lascia un commento