Food

Le proprietà curative dello zenzero

Proprietà dello zenzero

Originario dell’Estremo Oriente, lo zenzero è ormai un alimento facilmente reperibile anche nei tradizionali supermercati e nei nostri banchi ortofrutticoli.

Proprietà dello zenzero

I più hanno cominciato a conoscerlo come quella sorta di decorazione presente nei piatti giapponesi che, messo in bocca la prima volta, ha fatto loro rimpiangere di averlo assaggiato… e in effetti, mangiato così tout court, non è che sia proprio il massimo.

Ma cerchiamo di andare oltre quella che può essere stata la prima impressione.

Proprietà dello zenzero

Caratteristico – effettivamente – per il suo retrogusto un po’ pungente e per il sapore un po’ aspro, lo zenzero è un tipico ingrediente della cucina medio-orientale entrato a far parte da qualche anno anche delle nostre abitudini alimentari.

Questo perché, oltre al sapore peculiare capace di aggiungere carattere a ogni pietanza, è risaputo che la radice di zenzero viene impiegata per le sue proprietà curative.

Effetti benefici per i quali, nell’ambito dell’alimentazione o direttamente per fini terapeutici, fresco o essiccato, a pezzi o grattugiato, sotto forma di infusi e tisane oppure in polvere, lo zenzero era già largamente conosciuto sin dal Medioevo.

Proprietà dello zenzero

Tra i numerosi benefici, lo zenzero ha proprietà antibiotiche, antinfiammatorie, antiossidanti, antitumorali, depurative, digestive e termogeniche. Non vi basta? Lo zenzero è anche un ottimo rimedio anti-nausea, anti-vertigine e anti-alitosi, quindi perfetto da masticare se si fa un viaggio in alto mare, se si sale su un grattacielo o se si deve dare un primo bacio indimenticabile.

Curativo per bronchi, cavo orale, cuore, fegato, gola, intestino e stomaco, è per questo motivo utilizzabile come toccasana per la salute in caso di colite, dispepsia, flatulenza, spossatezza, gas intestinali, infezioni, influenza, meteorismo, osteoartrite o semplice stanchezza.

E non finisce qui, perché il ginger è perfetto anche come integratore naturale nel riequilibrio della flora batterica ed è un complice ideale nelle diete dimagranti e disintossicanti in quanto utile a sciogliere i grassi e stimolare la diuresi.

Proprietà dello zenzero

Ma si sa, ogni cosa, per quanto sana, va dosata con intelligenza e lo zenzero non fa eccezione. L’abuso di questo alimento potrebbe infatti presentare diverse controindicazioni non esattamente piacevoli. Prima di improvvisarvi stregoni e decidere di intraprendere qualsiasi tipo di percorso curativo a base di zenzero, abbiate perciò il buon senso di consultarvi almeno con un medico o un erborista.

Se assunto in dosi eccessive, infatti, lo zenzero potrebbe causare bruciore allo stomaco, dolori addominali, gastrite, gonfiore, infiammazioni intestinali, stitichezza e ulcere. Vi starete chiedendo: ”Ma allora tutti i benefici elencati finora non sono veri?”. Certo che sono veri, però anche la frutta fa bene, eppure sarebbe auspicabile evitare di mangiarsi un’intera anguria. La misura prima di tutto, sempre.

Al di là delle quantità non esagerate, è inoltre meglio evitare di ricorrere allo zenzero in cucina per chi assume farmaci antinfiammatori, ipotensivi o anticoagulanti, per i soggetti ipertesi o ipotesi, per chi è fortemente allergico e per le donne in stato di gravidanza, a meno di un espresso consenso medico, poiché le proprietà del gingerolo contenuto nello zenzero potrebbero essere causa di contrazioni e dilatazioni indesiderate.

Quindi, riassumendo, sì a una dieta a base di zenzero ma nelle quantità e nelle modalità giuste, per poter beneficiare di tutte le sue proprietà senza incorrere in sgradevoli controindicazioni.

 

Lascia un commento