Design

Zippelin, il trolley gonfiabile salvaspazio

Chi ama viaggiare sa quanto sia necessario avere un bagaglio pratico, maneggevole, leggero e capiente da poter portare in giro ovunque per il mondo. Quello che però viene spesso sottovalutato dai produttori di borse da viaggio, è il problema di dove e come riporlo al momento del rientro a casa.

Bello scoprire nuovi orizzonti, bella l’avventura, bellissimo tutto: ma se una persona vive in 40 mq scarsi, dove mette poi la valigia? Dilemma numero due: come partire per un viaggio con lo stretto necessario e tornare dopo aver svaligiato tutti i negozi incontrati sul proprio cammino, conciliando una borsa piccola all’andata con un borsone enorme al ritorno?

Freitag ora ha la risposta giusta per tutti: il brand svizzero già famosissimo in tutto il mondo per le sue borse rigorosamente handmade e realizzate riutilizzando i teloni che ricoprono i camion, ha appena brevettato un trolley da viaggio decisamente originale ma soprattutto super comodo, un prodotto che farà di certo contenti i globetrotters più esigenti.

Che siate già dei fan del riciclo o meno poco importa, perché la vera peculiarità di questo trolley sta nella sua struttura che, da una capacità di 85 litri, può rimpicciolirsi arrotolandosi su sé stessa fino a diventare piccola come una bottiglia da due litri.

Il nome di questo fantastico e innovativo partner di viaggio è Zippelin, scelto sicuramente in onore del celebre dirigibile dei primi del ‘900, ma anche per il concetto di “zip”, ossia la possibilità di ridurre al minimo le sue dimensioni come si fa quando si devono inviare via mail file troppo pesanti.

Proprio come un documento ingombrante, Zippelin può essere infatti compattato in un lampo o fatto tornare alla sua forma originale, pur mantenendo le proprie caratteristiche di robustezza e leggerezza.

Vi starete chiedendo: ma come fa? Avrà un sistema tecnologico super avanzato? La risposta è no, pensate a qualcosa di molto più semplice. Così semplice da essere sotto gli occhi di tutti sin da bambini, eppure così semplice che nessuno fino ad oggi ci aveva pensato, eccetto Freitag. Un’azienda diventata famosa nel tempo per aver riciclato teli cerati, come potrebbe anche per questo prodotto non seguire lo stesso principio che ha ispirato da sempre il suo stile?

Minimo impatto, riuso e tanta creatività sono bastati a ideare una struttura gonfiabile, che si rende solida e tridimensionale semplicemente immettendo aria e che si riduce a un piccolissimo ingombro banalmente sgonfiandola. Né più né meno quello che succede per le ruote di una bici.

La struttura di Zippelin è infatti realizzata con camere d’aria di biciclette, ottimo materiale dotato di resistenza e durabilità, ma allo stesso tempo estremamente leggero. Ma non solo: come per le classiche tracolle, anche il resto del trolley parte da materiali di recupero come teloni di tir, cinture di sicurezza e cuscinetti a sfera degli skate.

La scelta di queste componenti ha anche ulteriori vantaggi come la possibilità di cambiare la camera gonfiabile in caso di foratura e la rimozione delle rotelline senza bisogno di complicati attrezzi. Insomma un’idea davvero unica per conciliare la voglia di lanciarsi in nuovi viaggi per conoscere spazi sconfinati e la comodità non solo di poter comprare tutti i souvenir che si desidera senza problemi di spazio, ma anche di poter riporre il borsone facilmente una volta tornati a casa.

Photo Credits: freitag.ch

Lascia un commento