Salute

In forma con il country fitness

Avete nostalgia dei film musicali americani ambientati tra mandrie di mucche, paesaggi sconfinati, stivali a punta e pupe prosperose? Vi manca il sound delle ballate alla Dolly Parton o i fischi di sottofondo nelle sfide col toro meccanico? Volete recuperare dall’armadio quelle camicette a quadri o i gilet denim che non mettete da tempo? Bene, è il vostro momento, perché le frontiere del fitness hanno detto arrivederci, almeno per ora, alle sonorità latino americane e agli ancheggiamenti della Zumba per lasciare il posto al country style.

Per uomini e donne di tutte le età, il Country Fitness è l’ultima forma di allenamento di gruppo ispirato all’atmosfera del ballo western nonostante – incredibile, ma vero – l’ideatore sia l’istruttore italiano Nicolas Rosan. Una nuovissima disciplina che si svolge come una tradizionale lezione di aerobica della durata di 50 minuti che, praticata con la costanza di due o tre volte alla settimana, garantisce il giusto allenamento per mantenersi in ottima forma divertendosi.

L’inventore del Country Fitness, Nicolas Rosan

Al suono di pezzi moderni come Cotton Eye Joe di Rednex e Don’t Tell Me di Madonna o classiche melodie yankee, immaginatevi a piedi uniti con le mani lungo i fianchi: aprite ora le gambe e flettete le ginocchia, incrociate le braccia all’altezza del petto, poi allungate la gamba sinistra mantenendo flesso il ginocchio destro e spostate il busto in avanti col braccio destro dietro, distendendo dunque il braccio sinistro fino a toccare il pavimento, dopo di che cominciate forsennatamente a saltellare sul posto con i piedi uniti e battete le mani sopra la testa.

Chiaro, no? Meglio del ballo di San Vito e delle più audaci forme di tarantolismo salentino, l’allenamento cardio-vascolare country sarebbe l’orgoglio delle antesignane Lara Saint Paul e Jane Fonda perché pare sia ottimo per lavorare in modo completo tutto il corpo, dalla tonificazione alla coordinazione fisica, dall’equilibrio alla resistenza, dall’allungamento muscolare e articolare allo sviluppo dei riflessi.

Le lezioni sono pre-coreografate e basate su passi codificati che seguono un preciso format ufficiale, mentre i pezzi musicali che accompagnano la lezione sono circa una decina. Ad ogni brano corrisponde una fase di allenamento ben precisa, come l’aerocountry, il crazy horse ed il dancing old, che partono da un’intensità di ritmo inferiore per poi aumentare progressivamente. Ma non finisce qui, perché una componente fondamentale delle lezioni di country fitness è il momento dedicato alla competitività delle sfide di ballo in cui si eseguono i classici balli di musica folk con formazioni a cerchio.

Detto ciò, tenetevi forte: l’abbigliamento previsto è quello del tradizionale fitness, vale a dire un outfit comodo con tuta e scarpe da ginnastica, ma c’è un particolare. Sono assolutamente graditi infatti tutti gli accessori da cowboy, soprattutto cappelli, che possono diventare anche elementi da utilizzare nelle coreografie. In vista della prova costume, il Country Fitness potrebbe dunque diventare davvero un ottimo metodo per rimettersi in forma divertendosi al ritmo della musica del lontano West.

Photo Credits: countryfitness.it

Lascia un commento