Design

Il colore dell’anno? Sarà l’Ultra Violet!

Come ogni anno, Pantone, autorità indiscussa nel dettare le tendenze cromatiche stagione dopo stagione per quanto riguarda moda, arredamento, beauty, design, grafica e marketing, si è espressa e ha proclamato l’Ultra Violet come colore del 2018. Già anticipato in qualche modo dalle sfilate dello scorso anno, la statunitense Pantone come sempre ha saputo interpretare al meglio le influenze in corso e sicuramente anche stavolta non sbaglierà la sua previsione.
Individuato col numero 18-3838 nella palette cromatica, Ultra Violet è la tonalità di viola su base blu che conquista per il suo allure anticonformista, complesso, contemplativo, drammatico, enigmatico, evocativo, intenso, magnetico, misterioso, provocante, teatrale, unconventional e visionario. Appare evidente come sia un colore al quale possono essere dati tantissimi aggettivi e questo è dovuto al fatto che, sin dall’antichità, ha rappresentato una sfumatura legata all’universo e ai misteri del cosmo, non per ultimo in quanto colore legato alla superstizione e alla liturgia cattolica.

Che vi piaccia o no, il prossimo anno Ultra Violet sarà il trend che accompagnerà le collezioni dei più famosi stilisti e non sarebbe da escludere che venga sdoganato il viola in teatro e magari, perché no, proprio alla Prima della Scala.  Perché è nella moda che si sa, Pantone detta legge, e così sarà inevitabilmente e incontestabilmente anche per il 2018.
Lo vedremo in abbinamento all’intramontabile nero con accessori in argento, con l’arancio o il pesca, con il corallo, con l’avorio o il bianco ottico, con il grigio perla, con il crema o il sabbia,  con il blue denim, con il fucsia o il rosso fuoco, col verde Greenery, infine con il rosa cipria o il rosa quarzo.

Baluardo della fluidità di genere, l’Ultra Violet saprà senza dubbio interpretare al meglio le tendenze genderless nella moda degli ultimi anni, come fecero già in passato icone della moda e della musica quali David Bowie e Prince. Anche nel make-up Ultra Violet saprà dare un tocco glamour a qualsiasi look, l’importante è dosarlo in piccoli dettagli per non esagerare con l’effetto Halloween o strega di Biancaneve.
Ed ora chi glielo spiega agli arredatori che non c’è più spazio per le nuances delicate ed impalpabili dello shabby chic e dello stile marcatamente provenzale degli scorsi anni?

Lascia un commento